20.12.2013

Registrazione dei preliminari: un obbligo per le parti e per l’agenzia


Qualora le parti non procedano, nei termini previsti, alla registrazione del contratto preliminare presso l'Agenzia delle Entrate, indipendentemente dalle previsioni contrattuali, la stessa agenzia può scegliere il soggetto dal quale pretendere il pagamento.

Le imposte pagate per la registrazione del preliminare verranno scomputate all’atto notarile, fornendo al notaio copie in originale dei pagamenti effettuati. Per effettuare la registrazione è necessario prima di tutto il versamento delle imposte presso la banca o ufficio postale per il tramite del modello F23, in triplice copia, sul quale andranno riportati i dati dell’acquirente e del venditore.

È necessario altresì procedere alla compilazione dell’apposito modello di richiesta di registrazione (Modello 69) disponibile presso gli sportelli dell’Agenzia delle Entrate e/o on line presso il sito web della stessa (Modello 69). Sul preliminare di registrazione dovranno essere apposte le marche da bollo per ogni 100 righi di scrittura. In caso di ritardata registrazione (oltre i 20 giorni successivi all’atto) verrà applicata una sanzione del 30% sull’imposta dovuta e gli interessi legali.

Fonte: D.P.R.  26 aprile 1986 n. 131 - Legge 296/2006 Finanziaria per il 2007;


 
20 dicembre 2013

Riconfermato lo sgravio fiscale del 65% nelle ristrutturazioni

Confermata la proroga al 31 dicembre 2014 sia per l'Ecobonus (65%) applicato agli interventi di risparmio energetico degli edifici ed il Bonus Ristrutturazioni (50%).  Va segnalato, che le Commissioni Ambiente e Bilancio della Camera dei Deputati hanno...
Leggi »


20 dicembre 2013

L’APE obbligatoria per le compravendite e le locazioni

Confermato l'obbligo di produrre l'APE (attestato di prestazione energetica) nelle compravendite immobiliari e nelle locazioni.  La mancata allegazione dell’APE ai contratti di vendita degli immobili e ai nuovi contratti di locazione comporta la sanzione...
Leggi »


Visualizza da 58 a 59 di 59