28.07.2015

Dal 1° luglio i nuovi edifici e quelli ristrutturati devono avere l’impianto per la banda ultralarga


E’ scattato lo scorso 1° luglio l’obbligo, previsto dalla Legge 164/2014 (conversione del decreto Sblocca Italia - DL 133/2014), di predisporre alla connessione in fibra ottica, a banda ultralarga, tutti i nuovi edifici e quelli oggetto di pesante ristrutturazione i cui lavori siano stati autorizzati dopo l’entrata in vigore della legge. Si tratta di una delle iniziative volte a favorire lo sviluppo, anche in Italia, della connessione internet ad alta velocità. In sostanza, la nuova disposizione normativa prevede che all’interno (o all’esterno) degli edifici debba essere installata un’infrastruttura fisica multiservizio passiva, costituita da adeguati spazi installativi e da impianti di comunicazione ad alta velocità in fibra ottica fino ai punti terminali di rete.

Per infrastruttura fisica multiservizio interna all’edificio si intende il complesso delle installazioni presenti all’interno degli edifici contenenti reti di accesso cablate in fibra ottica con terminazione fissa o senza fili che permettono di fornire l’accesso ai servizi a banda ultralarga e di connettere il punto di accesso dell’edificio con il punto terminale di rete.

Inoltre, tutti i nuovi edifici e quelli oggetto di pesante ristrutturazione dovranno essere equipaggiati di un punto di accesso, cioè di un punto fisico situato all’interno o all’esterno dell’edificio e accessibile alle imprese autorizzate a fornire reti pubbliche di comunicazione, che consente la connessione con l’infrastruttura interna all’edificio predisposta per i servizi di accesso in fibra ottica a banda ultralarga.

La Legge 164/14 stabilisce, infine, che gli edifici conformi alle nuove disposizioni potranno esporre la targa ‘predisposto alla banda larga’, dotandosi, quindi, di un’etichetta volontaria che potrà essere utilizzata al momento della cessione, dell’affitto o della vendita dell’immobile.

Detta etichetta potrà essere rilasciata da un tecnico abilitato ai sensi dell’articolo 1, comma 2, lettera b) del DM 37 del 22 gennaio 2008, e secondo quanto previsto dalle Guide CEI 306-2 e 64-100/1,2,3.


 
29 settembre 2014

Rent to buy, come comprare casa a piccoli passi

Il Decreto “Sblocca Italia” introduce e regolamenta i contratti di affitto con riscatto, che ora sono tutelati da eventuali ipoteche e pignoramenti. Questo particolare tipo di contratto permette l’acquisto di un’immobile poco a poco, pagando inizialmente un...
Leggi »


22 agosto 2014

L’agibilità degli edifici

Il certificato di agibilità ha lo scopo di decretare le condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico e funzionalità degli impianti installati e attesta che siano rispettati tutti i requisiti di legge necessari. Il certificato di...
Leggi »


22 agosto 2014

Il Permesso di Costruire

Il Permesso di costruire è un provvedimento amministrativo che abilita l’esecuzione di lavori edili da farsi in conformità alla normativa edilizia ed igienico-sanitaria vigente. Il Permesso di costruire (D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380) ha sostituito la...
Leggi »


Visualizza da 34 a 36 di 59