DOCUMENTO DI SINTESI SULLA POLITICA DI GESTIONE DEI CONFLITTI DI INTERESSE ED INFORMATIVA AI CLIENTI SUI CONFLITTI NON ELIMINABILI

La Cassa di Risparmio di Bolzano S.p.A. (di seguito anche “Banca”) e la Sparkasse Haus S.R.L. (di seguito anche “Agenzia immobiliare”), società controllata dalla Cassa di Risparmio di Bolzano, hanno formulato, applicano e mantengono un’efficace politica di gestione dei conflitti di interesse al fine di:

  • individuare, in relazione ai servizi ed alle attività prestate, le circostanze che generano o potrebbero generare un conflitto di interesse idoneo a ledere gravemente gli interessi di uno o più clienti;
  • definire le procedure da seguire e le misure da adottare per gestire tali conflitti.

Per conflitto di interesse si intende una situazione in cui la Banca o l’Agenzia immobiliare o un soggetto rilevante o avente con la Banca un legame di controllo diretto o indiretto:

  • possa realizzare un guadagno finanziario o evitare una perdita finanziaria a danno del Cliente;
  • sia portatore di un interesse nel risultato del servizio prestato al Cliente distinto da quello del Cliente medesimo;
  • abbia un incentivo a privilegiare gli interessi di clienti diversi da quello a cui il servizio è prestato;
  • riceva o possa ricevere da una persona diversa dal Cliente, in relazione con il servizio a questi prestato, un incentivo, sotto forma di denaro, beni o servizi, diverso dalle commissioni o dalle competenze normalmente percepite per tale servizio.

La Banca/Agenzia immobiliare intende:

  • informare il Cliente, anche in forma sintetica, della politica in materia di conflitti di interesse adottata;
  • informare il Cliente, prima di agire per suo conto, della natura e delle fonti dei conflitti non eliminabili attraverso le procedure e le misure adottate, affinché esso possa assumere una decisione informata sui servizi prestati, tenuto conto del contesto in cui le situazioni di conflitto si manifestano.

INFORMATIVA SULLA POLITICA DI GESTIONE DEI CONFLITTI DI INTERESSE ADOTTATA DALLA

BANCA E DALL’AGENZIA IMMOBILIARE

Nell'ambito dell’attività bancaria svolta dalla Banca e dell’attività di intermediazione immobiliare svolta dall’Agenzia immobiliare, la politica di gestione dei conflitti di interesse:

  • individua, in relazione ai servizi e alle attività prestati, le circostanze che generano o potrebbero generare un conflitto di interesse idoneo a danneggiare in modo significativo gli interessi di uno o più clienti;
  • definisce le procedure da seguire e le misure da adottare per gestire tali conflitti.

Identificazione dei conflitti di interesse

Per l'identificazione delle potenziali situazioni in conflitto di interesse, sono stati considerati da un lato la natura, le dimensioni e la complessità della operatività nell'ambito dei servizi bancari e di attività di intermediazione immobiliare prestati alla Clientela, dall'altro gli interessi del Cliente.

Gestione dei conflitti di interesse

Per la gestione dei conflitti di interesse si considerano da un lato la natura e la rilevanza dei conflitti di interesse rilevati, dall'altro l’organizzazione intesa come insieme di risorse, funzioni e deleghe di potere. Le soluzioni adottate dalla Banca e dall’Agenzia immobiliare per la gestione dei predetti conflitti assicurano che i soggetti rilevanti svolgano le attività, che potenzialmente possono generare dei conflitti di interesse, con un grado di indipendenza appropriato e sulla base di procedure definite per eliminare/controllare tali conflitti.

Sono state adottate le seguenti misure organizzative al fine di gestire ovvero mitigare le conseguenze pregiudizievoli per il Cliente derivanti dalle potenziali situazioni di conflitto di interesse. Tali misure riguardano:

  • la definizione da parte dell’Agenzia immobiliare di specifiche procedure volte a garantire l’indipendenza e la correttezza nelle valutazioni degli immobili attraverso l’adozione di metodologie formalizzate e di strumenti tali da rendere la valutazione dell’immobile quanto più oggettiva, ovvero ricorrendo a valutatori esterni ove si rilevino scostamenti significativi tra il valore stimato e quello percepito dal mercato;
  • la formalizzazione da parte dell’Agenzia immobiliare delle attività da svolgere nelle fasi di contatto ed identificazione del cliente, di ricerca e di selezione della controparte e di gestione del coinvolgimento delle Terze Parti, in modo da garantire l’oggettività di tale ricerca e selezione.
  • l’assenza di incentivi per il personale dell’Agenzia specificatamente correlati ai risultati dell’attività bancaria e viceversa;
  • la separazione funzionale tra le strutture che prestano servizi bancari e quelle che prestano le attività di intermediazione immobiliare, così da ridurre al minimo lo scambio di informazioni;
  • l’informativa fornita al Cliente, prima di agire per conto loro, in maniera chiara e completa in merito ai servizi offerti ed alle loro caratteristiche, ivi compreso il controllo da parte della Cassa di Risparmio di Bolzano dell’Agenzia immobiliare. Nelle filiali della Banca e negli spazi propri dell’Agenzia è presente, infatti, il materiale informativo riguardante la natura ed le caratteristiche dei servizi offerti, le modalità di valutazione degli immobili, la politica adottata per la gestione dei conflitti di interesse, nonché, se non eliminabili, i potenziali conflitti di interesse.

Ulteriori informazioni e disponibilità del documento

La Banca/l’Agenzia immobiliare fornisce al Cliente ulteriori informazioni sulla politica di gestione dei conflitti di interesse su richiesta del Cliente stesso. 

INFORMATIVA AI CLIENTI SUI CONFLITTI DI INTERESSE NON ELIMINABILI

La Banca/l’Agenzia immobiliare informa il Cliente, prima di agire per suo conto, dell'esistenza di situazioni di conflitto di interesse per le quali non è possibile eliminare con ragionevole certezza il rischio di ledere gli interessi del Cliente medesimo.

A tal proposito la Banca/l’Agenzia immobiliare informa il Cliente dell'esistenza delle seguenti situazioni di conflitto di interesse che per loro natura e per il contesto in cui gli stessi si manifestano, non possono essere eliminati:

  • il cross selling derivante dall’attività bancaria svolta dalla Banca e dall’attività di intermediazione immobiliare dell’Agenzia, in quanto quest’ultima è controllata dalla Banca e pertanto potrebbe sussistere un interesse distinto rispetto a quello del Cliente;
  • la proposta e la valutazione di immobili per la vendita e l’acquisto appartenenti alle società del Gruppo Cassa di Risparmio di Bolzano, in quanto l’Agenzia immobiliare, controllata dalla Cassa di Risparmio di Bolzano, potrebbe avere un interesse distinto rispetto a quello del Cliente;
  • la proposta e la valutazione di immobili riconducibili a clientela finanziata dalla Banca, in quanto la società potrebbe avere un interesse distinto rispetto a quello del Cliente;
  • il conferimento di incarichi ad esperti esterni non indipendenti, in quanto la società potrebbe avere un interesse distinto rispetto a quello del Cliente.